Quando parliamo di sesso anale parliamo di una pratica sessuale capace di sprigionare un piacere immenso a livello sessuale, con orgasmi intensi e molto diversificati da quelli normalmente ricavati dalla penetrazione vaginale. Tuttavia, perché questo tipo di esperienza risulti soddisfacente e piacevole, anche la prima volta che la si prova, ci sono alcuni aspetti da tenere in considerazione. Purtroppo, molte persone tendono a prendere come esempio l’industria pornografica dimenticandosi che essa riguarda attori professionisti preparati ben prima della scena e video frutto di montaggi e riprese distanziate l’una dall’ altra. Andiamo dunque a vedere quali sono gli aspetti fondamentali per rendere indimenticabile il rapporto anale anche la prima volta che lo si prova e per fare in modo che tutto si svolga nel modo migliore e più piacevole possibile.

L’importanza del desiderio

Potrà sembrare un concetto semplice o poco importante ma è fondamentale volere davvero una cosa perché essa poi si svolga per il meglio.
Insomma, il desiderio è un punto importantissimo. Solamente il fatto che si possa desiderare di essere penetrati a livello anale predispone già la mente e il corpo a questo tipo di rapporto e garantisce di potersi approcciare alla cosa in maniera aperta.
Naturalmente, capita di frequente che il partner possa anche desiderare un rapporto anale ma averne paura per i più svariati motivi (solitamente perché ha sentito dire che faccia male o perché si tratta di una cosa essenzialmente nuova e diversa) e, in questo caso, si possono rivelare molto importanti i preliminari e le loro sensazioni, fatti sia singolarmente che in coppia. La zona anale può essere baciata e stimolata leggermente per poi, lentamente penetrata con un dito. Con ciò cadranno le prime insicurezze, si procederà ad un nuovo grado di conoscenza del proprio corpo e ci si preparerà alla penetrazione in quanto tale.

Lubrificante? Essenziale!

L’intera zona anale non si lubrifica in caso di eccitazione sessuale e questo è un fatto inossidabile. Purtroppo la natura o chi per essa non ha visto le potenzialità di questa zona per la penetrazione e non l’ha fornita di ghiandole naturali atte alla lubrificazione. In ogni caso, comunque, l’intera zona anale è ricca di terminazioni nervose quindi il piacere è assicurato. Nella maggior parte della pornografia disponibile sul web, gli attori non utilizzano l’uso di lubrificante o, al massimo, viene utilizzato “lo sputo” (pratica più legata ad una idea di sottomissione che ad un concetto di buona lubrificazione). Come già accennato in precedenza, dobbiamo ricordare che questi attori sono dei professionisti e che le scene sono preparate con largo anticipo con lubrificazione e dilatazione già messe in preventivo quindi la regola d’oro e mai fare sesso anale senza un buon lubrificante. Il perché è presto detto. Oltre a causare dolore, infatti, praticare sesso anale senza adeguata lubrificazione può portare a danneggiamenti delle membrane del retto che sono particolarmente delicate e sensibili. Dunque, mai dimenticarsi del lubrificante, soprattutto la prima volta che si prova questa pratica.

Posso fare sesso anale in gravidanza? Assolutamente si!

La lentezza

Quando parliamo dell’ano intendiamo uno sfintere che percorre il pavimento pelvico, un articolato complesso di muscoli che viene molto influenzato dalle emozioni. Provare paura, o sentirsi in qualche modo pressati o stressati comporta una contrazione di questa muscolatura in maniera involontaria. Al contrario, quando ci si sente protetti, in totale relax e in tranquillità, la muscolatura si lascia andare ad un rilassamento generale. Per questo motivo, è molto importante procedere alla penetrazione con lentezza e delicatezza e, soprattutto, ascoltando la propria partner e le sue emozioni cercando di favorire la giusta dilatazione dell’ano per garantire la miglior penetrazione possibile.

Aumentare la dilatazione

Come già accennato in precedenza, il primo passo importante per ottenere una corretta dilatazione della zona anale è imparare il piacere. Stimolare la zona con le dita, usando il lubrificante e magari usare un dito per penetrare l’ano sono consigli utili, dal punto di vista femminile, per imparare a conoscere il piacere e raggiungere fin dalla prima volta una buona dilatazione che aiuterà nella successiva penetrazione.

La muscolatura dell’ano si caratterizza per essere molto stretta ed essa va dilatata per garantire una penetrazione in totale sicurezza. Sono disponibili sul mercato alcune creme, vendute con il nome di “Siero Rilassante”, che favoriscono la dilatazione dell’ano. Basterà massaggiare la crema lentamente sulla zona anale per avvertire da subito una dilatazione decisamente maggiorata. In aggiunta, si può ricorrere al vasto mondo dei sex toys.

Questi ultimi, insieme ai Plug facilitano grandemente la dilatazione comportamento anche un aumento del piacere grazie alle loro caratteristiche forme e, qualora lo si desideri, grazie anche alla funzione della vibrazione. Le catene e i Plug sono ottimi giocattoli sessuali poiché il loro utilizzo può essere contestuale ai preliminari e ne si può dunque godere durante il rapporto preparando la zona anale alla successiva penetrazione.