Fare sesso è sicuramente sinonimo di grande piacere, in realtà lo è, ma non sempre se decidiamo di praticare il sesso anale. Questa pratica può risultare dolorosa se chi la riceve, non lo desidera. Infatti diversamente per quanto accade nel sesso vaginale, questa zona non e lubrificata dal liquido vaginale per cui solitamente è più asciutta e meno elastica della vagina.
Per fare in modo che la donna non provi dolore, bisogna ben lubrificare la zona, tramite dei gel a base di acqua, in modo da poter avere una più facile penetrazione.

Si tratta di una pratica molto diffusa tra le donne, infatti da diversi studi effettuati molte di esse raggiungono l’orgasmo anche semplicemente con la penetrazione anale.
Per essere sicuri di praticare un buon sesso anale, bisogna eseguire dei buoni preliminari, quali baciare a lungo la donna, oppure stimolando la zona anale con un dito, passando a più dita quando si inizia ad intuire che quella zona è più rilassata e aperta per la penetrazione vera e propria. Dopo aver ben stimolato l’ano si può passare alla penetrazione, l’uomo dovrà penetrare la donna dolcemente infilando per prima solo la punta del pene e in seguito sempre con delicatezza tutto il pene; cosi facendo la donna proverà meno dolore ma molto più piacere sessuale. Oltre alle dita per la stimolazione dell’ano si possono usare anche dei giochi sessuali, quali dildo o plug, che gradatamente aumentano la dilatazione dell’ano. Bisogna seguire questi utili consigli specie se si pratica il sesso anale per la prima volta.

Da come ben intuito per avere un buon rapporto anale senza dolore bisogna iniziare con i preliminari, essi sono fondamentali per poter far si che il desiderio sessuale aumenti e in seguito avere un rapporto senza dolore, ma solamente di puro piacere per entrambi.
Questa pratica può essere definita anche trasgressiva in quanto sempre più donne amano farsi penetrare e trarre grande piacere sessuale. Questo tipo di sesso può essere praticato un pò ovunque si voglia, per cui più delle volte diventa stimolante solo per questo. Da come si intuisce la penetrazione anale è più dolorosa di quella vaginale, proprio per via dell’assenza del liquido vaginale, ma con una giusta dose di gel il tutto sarà più piacevole e rilassante. Non usare un lubrificante può determinare, oltre al dolore come appena detto, a danneggiare la membrana dell’ano o addirittura portare al sanguinamento della zona. La prima volta che si svolge questa pratica, può far più male del solito, ma questo accade solamente la prima volta.

Pulizia della zona anale

Un consiglio molto importante da seguire soprattutto per la donna che viene penetrata, è quello di effettuare una buona pulizia della zona anale. La pulizia serve per eliminare tracce di feci o di altri batteri. Non bisogna esagerare usando prodotti molto aggressivi, ma semplicemente usare prodotti a base di sapone non molto profumati o dei comuni detergenti per l’intimo.

Alcune posizioni consigliate

Come appena detto, senza una buona dose di lubrificante la penetrazione anale potrebbe risultare dolorosa o fastidiosa. Ad aiutare questa bellissima pratica sessuale, si possono provare anche tantissime posizioni che aiutano maggiormente la donna a rilassarsi e a godere del dolce momento.

Una delle posizioni più praticate e consigliate per iniziare la penetrazione anale è quella della pecorina, qui la donna è a quattro zampe dinanzi all’uomo con il sedere ben in mostra verso di lui. Si tratta di una posizione molto semplice ma ben eccitante sia per la donna che arriva facilmente all’orgasmo, sia per l’uomo che può stimolare il clitoride della donna.

Un’altra posizione molto eccitante è quella di sedersi sull’uomo, che si trova sdraiato a pancia in su. Questa posizione frontale, detta anche reverse cowgirl, permette di guardarsi negli occhi e di raggiungere facilmente il piacere sessuale.

Una posizione comoda o per chi non e molto esperto è quella del cucchiaio, ossia disteso su di un fianco, in questo modo si moltiplicano le sensazioni e nello stesso tempo si percepisce una sicurezza per la donna.

La posizione della sedia, consiste nell’utilizzare una sedia, lui seduto mentre lei si siede su di lui, la penetrazione avverrà da dietro e la donna proverà una forte eccitazione. In questa posizione la donna potrà anche masturbarsi.

L’altalena, altra posizione molto stimolante per entrambi, lui dovrà stare seduto mentre lei su di un piano, cosi lui è libero di penetrarla, ma allo stesso tempo può stimolare la zona vaginale oppure toccare con la bocca o le dita i capezzoli, zona estremamente sensibile. Anche questa posizione permette alla donna di masturbarsi.

Queste sono solo alcune delle posizioni più diffuse e praticate per la penetrazione anale. Ne esistono tantissime per cui è possibile decidere quale sia quella giusta o quale più stimola entrambi i partner. Importante e saper come praticare il sesso anale, a prescindere da quale posizione si sceglie.

 

Iscriviti al Club!